Dopo aver provato e descritto per voi il Clutch GM50, quest’oggi parleremo di due mouse molto simili tra loro, ma con qualcosa che li differenzia: ovvero i mouse MSI Clutch GM60 e GM70. Entrambi i mouse presentano uno stile aggressivo e dalle ottime performance, ma andiamo con ordine…

Esteticamente, entrambi i mouse risultano praticamente identici. Possiamo notare una combinazione di linee tonde e spigolose, per conferire al mouse un look davvero aggressivo. La zona superiore, invece, presenta in classico dragone di MSI Gaming, retroilluminato nella zona d’appoggio del palmo. Poco più avanti abbiamo il tasto per la regolazione dei DPI e la rotella in gomma cliccabile e i 2 tasti principali. La scocca, come detto prima, può essere rimossa e sostituita con quella presente nella confezione, nel caso in cui nel tempo la scocca dovesse usurarsi o danneggiarsi.

Le confezione si presentano in modo particolare e differente. Per il GM60 la confezione ha una struttura a libro che si divide in 2 ulteriori scatole, mentre la confezione del GM70 presenta una forma cubica, e sollevando il coperchio possiamo trovare il nostro mouse collocato in un apposito alloggiamento, con 2 supporti laterali intercambiabili. Oltre a questo, abbiamo anche un piccolo Dongle USB per l’utilizzo del mouse senza fili e i libricini illustrativi. Una volta sollevato il primo blocco, ne troveremo un altro che ospita altre 2 placche magnetiche leggermente più larghe e una scocca sostitutiva per la parte superiore del mouse. Infine, sul fondo troviamo un’ultima confezione contenente un cavo telato, che servirà per la ricarica del mouse e come alternativa alla modalità wireless, e la classica sacchetta per trasportare il nostro mouse in sicurezza.

Su entrambi i lati troviamo poi 2 tasti (4 in totale) ai quali è possibile associare utili shortcut sfruttando l’apposito software e, in prossimità dei tasti principali, vediamo 2 placche in plastica bianca opaca caratterizzate da retroilluminazione RGB.

Recensione - MSI Clutch GM60 & GM70

Sulla parte inferiore invece notiamo già le prime differenze tra i due mouse: rispetto al Clutch GM60, il GM70, accanto al sensore ottico, presenta uno switch di accensione e spegnimento e il tasto per eseguire il collegamento con il dongle collegato al PC. Vediamo poi un altro pulsante, necessario per lo sgancio del cavo USB.

Entrambi i mouse sono pensati per i gamer, infatti presentano un fantastico sistema di illuminazione RGB, collocato in una placca sotto ai tasti sinistro e destro, e in prossimità del logo di MSI sulla parte superiore. Grazie al sistema di illuminazione MSI Mystic Light, è possibile scegliere il proprio stile di illuminazione preferito, e a sua volta essere sincronizzato con le altre periferiche MSI Gaming, nel caso ne possediate qualcuna.

Durante i nostri test, entrambi i mouse sono risultati davvero comodi, specialmente nelle fasi di gaming estremo come Counter-Strike: Global Offensive e Battlefield V, e la precisione che possiedono entrambe le periferiche è davvero minima. Ma anche in ambito lavorativo come editing si sono comportati davvero bene, sia per comodità che per efficienza.

In Conclusione

I mouse Clutch GM60 e GM70 sono davvero due ottimi mouse, identici nella forma, ma con qualche piccola differenza a livello di prestazioni (per quanto riguarda la funzione wireless), ma tutto sommato non ci hanno deluso e hanno saputo svolgere il loro dovere. Il prezzo, ottimo per entrambi ed accettabile per una grossa fetta di utenza, che cerca il meglio ad un prezzo contenuto

MSI Clutch GM60 & GM70

79,90€ -109,90€
8.1

FUNZIONALITÀ

8.0/10

COMFORT & MATERIALI

8.0/10

DESIGN

9.5/10

RAPPORTO QUALITÀ / PREZZO

7.0/10

Pro

  • Ottima qualità
  • Stile accattivante
  • Personalizzazione completa