Oggi parliamo di Ylands: un gioco sviluppato dalla Boemia Interactive, del genere avventura, sopravvivenza e sandbox. Parlando del gioco ci sono molte cose da raccontare a riguardo, sopratutto del fatto che da quando è stata rilasciata la early beta, fino ad ora, è cambiato molto, principalmente per l’aspetto dei personaggi, tralasciando tutto il resto. Personalmente non è il genere di gioco che io preferisco, né tanto meno ci giocherei con molta pazienza, ma di bello, effettivamente, c’è una grande varietà di oggetti che si possono posizionare nel mondo, generato casualmente, a mo’ di Minecraft e altri giochi simili, permettendo di costruire strutture abitabili, navi, razzi e ogni cosa che la tua fantasia ti porta ad immaginare.

In altre parole sei libero di costruire quello che ti pare nel mondo e di giocare a varie modalità, magari anche divertenti, se ci fossero persone sul server. Parlando di modalità, il gioco ne mette molte a disposizione, tra cui la sopravvivenza e la baia dei pirati, modalità che ho “provato”.
Non c’è molto da dire per le altre modalità, purtroppo non giocabili per via del numero di giocatori nei server, come detto in precedenza.

Come su gli altri giochi survival online (come Rust), i giocatori rimangono AFK sul server, rendendo lo a stessa giocabilità nulla e piatta, il riusultato? Provando la modalità Survival, ci accorgiamo già da subito che non mancano di certo le materie prime con cui fabbricare i nostri primi attrezzi e così via. Il problema, a parer mio, è proprio la possibilità di vedere le possibili crafting recipes per gli oggetti le cui risorse sono già disponibili; l’altro problema è il menù, troppo confusionario a causa dei numerosi oggetti presenti, costruzioni e materiali disponibili.

Insomma, il gioco ha del potenziale non valorizzato, rendendo difficile la sua evoluzione. Malgrado molti ritengono che sia ottimo gioco sandbox, rimane a mio parere spoglio e molto disordinato, con layout per gli oggetti confusionario e informazioni poco chiare e imprecise.
Si può parlare del gioco come un ottimo passatempo per chi ha una mente creativa e molto fantasiosa a cui piace divertirsi e giostrare con le migliaia di oggetti da costruzione. Ammettendo la mia poca conoscenza e destrezza in questo genere, e chiudendo un occhio alle pecche minori, vi ricordo che Ylands è ancora in beta, perciò non è detta l’ultima parola. Vedremo come si svilupperà questo gioco nel tempo, magari se non fosse così confusionario e saturo di oggetti di dubbia utilità, perché il titolo presenta un enorme potenziale che, per quanto sembra, punta a far concorrenza al sandbox survival per eccellenza, ovvero Minecraft.

Ylands

15,00€
3.6

GAMEPLAY

4.0/10

COMPARTO TECNICO

3.0/10

COMPARTO AUDIO

3.0/10

RAPPORTO QUALITÀ / PREZZO

4.5/10

Pro

  • Una vasta gamma di oggetti per costruire
  • Moltissime modalità diverse disponibili in molti giocatore

Contro

  • Server multi giocatore spopolati
  • GUI confusa e non ottimizzata
  • Crafting non immediato