Oggi parleremo di Attack On Titan 2, sviluppato da Omega Force, di cui proprio oggi è stato rilasciato un nuovo DLC che aggiunge al gioco gli avvenimenti della terza stagione dell’anime omonimo. In questo gioco d’azione caratterizzato da un gamplay molto veloce vestiremo i panni di un soldato di fanteria che seguirà gli avvenimenti al fianco di Eren.

Gameplay e meccaniche

In A.O.T. 2 il combattimento è molto rapido, un gigante può essere facilmente abbattuto con un colpo messo a segno nel modo giusto ma questo rende molto importanti la tempistica e il controllo della direzione mentre ci si trova a mezz’aria. D’altro canto la questione è del tutto diversa nel caso delle Boss Fight dove incontriamo giganti molto resistenti che richiedono di essere colpiti in vari punti deboli. Inoltre, sarà necessario tenere costantemente sotto controllo l’attrezzatura come lame e gas, si potrà controllare e coordinare fino a 4 compagni di squadra e allestire torri di rifornimento sul campo di battaglia, necessarie per approvvigionarsi di oggetti e attrezzatura o per estrarre materiali per il crafting.

Fuori dalla battaglia

Tra una missione e l’altra sarà possibile dedicarsi al crafting, interagire con gli NPC o girare per negozi. Purtroppo la cosa è molto più ristretta di come ci si aspetta: craftare e girare per negozi si ridurrà ad andare dall’unico fabbro disponibile e comprare o potenziare oggetti al costo di soldi o materiali a seconda del caso. Le interazioni con gli NPC invece si riducono a dialoghi di poche righe con gli altri soldati a cui dover dare la risposta giusta per migliorare l’affinità e ottenere abilità extra.

Comparto grafico e tecnico

La grafica si presenta in uno stile anime alquanto “grezzo” che aiuta a rendere meglio l’atmosfera cupa dell’ambientazione senza che venga sovrastata dalla sensazione di completa libertà durante le fasi di combattimento, l’unica pecca è che durante le fasi poco movimentate (come quelle della vita quotidiana), si possono notare le sgranature sui bordi dei personaggi, cosa che però non accade minimamente nelle fasi d’azione. Le cutscene invece hanno una grafica e dei dettagli di così grande impatto da riuscire a sminuire la grafica del gioco a causa della differenza di tonalità di colori, ombre e il passaggio dalla prima persona nella cutscene, alla terza nel gameplay.

Il gameplay all’inizio risulta macchinoso ma ci si abitua facilmente ai comandi di movimento. Differentemente da quel che si può pensare all’inizio, dopo appena qualche minuto diventa piuttosto facile controllare una così elevata libertà di spostamento dovuta al sistema di spostamento 3D. Il vero problema di comandi lo si trova nei menu, dove nel caso si utilizzi il set mouse e tastiera, risulta tutto confusionario a causa dell’implementazione di tasti che di solito sono inutilizzati nell’ambito dei menu.

In conclusione

Direi che il gioco nel complesso è divertente, un po noioso l’introduzione e il tutorial che durano quasi un’ora complessivamente. L’esperienza della vita quotidiana avviene in un spazio molto ristretto e non ha veri e propri sbocchi di trama dato che il gioco segue quella dell’anime. L’esperienza in combattimento, quella che comunque reputo la più importante, è capace di tenere il giocatore avanti allo schermo per ore senza che se ne accorga o si annoi.

Attack On Titan 2: Final Battle

69,99€
7.8

Gameplay

8.5/10

Grafica

7.5/10

Comparto tecnico

8.0/10

Rapporto qualità/prezzo

7.0/10

Pro

  • Controlli facili da imparare
  • Gameplay veloce e divertente
  • Buona resa grafica complessiva

Contro

  • Menu confusionari
  • Basa rigiocabilità
  • Alcune meccaniche poco sviluppate