Oggi abbiamo un simpatico arcade da proporvi che farà sentire “giovani” la maggior parte di noi. Stiamo parlando di Neptunia Shooter. Ebbene si, Idea Factory ha tirato fuori dal suo cappello magico un Arcade Bullet Hell in pixelart dal mondo di Neptunia.

Gameplay & Meccaniche

Il gioco, all’avvio, ci si prsenta con un semplicissimo menù, nessuna spiegazione tanto meno cutscenes o un introduzione. Come ogni arcade old gen, inizieremo con un solo personaggio (Neptune in questo caso) ma diversamente da altri giochi, qui si potranno sbloccare personaggi con modalità di shooting distinte solo durante la partita corrente. Cosa comporta questo? La difficoltà sta proprio qui, ovvero nel combattere tutto di un fiato con le poche vite che si hanno a disposizione.

Essenzialmente è uno shooter bi-dimensionale che regalerà emozioni sin dai primi istanti. Senza entrare troppo nel dettaglio, il primo livello si presenta con una semplice fase di shooting, fino al boss. Ogni boss ci darà letteralmente il suo sprite con la sua modalità di fuoco che ovviamente sarà indispensabile per i livelli successivi, ma ovviamente potrà essere cambiata. Sembrerebbe tutto semplice, ma sarà l’abilità del giocatore che renderà semplice o ardua quest’impresa.

Ogni Boss ha il suo stile unico di combattimento, il quale, una volta ucciso e acquisito il suo drop/potenziamento, ci aiuterà nell’avanzamento dei livelli e per sopravvivere ai vari ostacoli che le mappe ci proporranno.

In conclusione

Personalmente, Neptunia Shooter potrebbe tranquillamente avere un suo cabinato dedicato. Affiancato al DDR, Pacman e forse giochi come Super Mario, Neptunia Shooter è un classic game che rievoca il classico e semplice Arcade Shooter. Consigliato assolutamente se siete fan della serie di Neptunia e agli amanti del genere Arcade.

Screenshot

Neptunia Shooter

3,99€
6.5

GAMEPLAY

5.0/10

COMPARTO TECNICO

6.5/10

RAPPORTO QUALITÀ / PREZZO

8.0/10

Pro

  • Semplice e Intuitivo
  • Gioco allegro e colorato

Contro

  • Spazio di gioco troppo piccolo
  • Stage abbastanza confusi (in late game)
  • Gameplay troppo minimale