Le schede video di fascia alta consumano centinaia di watt e le loro prestazioni sono legate alle tecnologie per migliorare l’overclock fino alla massima velocità fintanto che le temperature lo consentono. Il raffreddamento è fondamentale, e il liquido è decisamente il metodo migliore… c’è solo un problema: se si sta utilizzando un impianto personalizzato o una soluzione all-in-one, le esigenze hardware occupano un sacco di spazio nel case.

O almeno lo era. Asus ha passato gli ultimi due anni a perfezionare un innovativo raffreddamento a liquido per GPU completo in una classica dimensione di tre slot, la stessa delle schede con raffreddamento ad aria. Annunciata al CES 2019 di Las Vegas, la nuova ROG Matrix GeForce RTX 2080 Ti porta Turing ad un livello del tutto nuovo grazie ad un innovativo sistema di raffreddamento a liquido completamente integrato a loop chiuso.

Come inserire un raffreddamento completo in tre slot?

Republic of Gamers si è rivolta agli enthusiast che creano loop personalizzati a liquido per la GPU e altri componenti. Pur ottenendo risultati sbalorditivi, questo approccio richiede una buona dose di lavoro e competenza. Le alternative all-in-one sono molto più accessibili per i gamer e altri utenti esperti che desiderano un ottimo raffreddamento pronto per l’uso immediato.

Solo le migliori schede raggiungono velocità di clock estreme

All’interno delle Matrix viene utilizzato il PCB personalizzato delle schede ROG Strix, realizzando un processo di binning aggressivo che spinge il core della GPU a 1815MHz e la memoria GDDR6 a 14800MHz, una soglia di overclock che solo il 5% delle schede può raggiungere.

Sono stati caricati profili BIOS appositamente studiati per i nuovi target di clock e per le curve di controllo per le tre ventole Axial-tech, pronti per essere ottimizzati tramite il software GPU Tweak II.

Per ulteriori dettagli sulla realizzazione della scheda, vi invitiamo a leggere il comunicato ufficiale completo.