Mob Psycho 100 nasce da un’idea di One (autore della famosa opera “One Punch Man”), e ne venne realizzata la versione animata a cura dello studio Bones, lo ricordiamo anche per l’adattamento anime di My Hero Academia, Full Metal Alchemist: Brotherhood, Noragami, Soul Eater e moltissimi altri.

La prima stagione uscì nell’estate del 2016, invece la seconda è andata in onda ad inizio 2018.

Recensione - Mob Psycho 100 II

Trama

Shigeo, conosciuto come Mob,  è un ragazzo con poteri psichici che, insieme al suo maestro ciarlatano Reigen, lavorano nel campo del sovrannaturale,compiendo per esempio degli esorcismi. Mob però detiene dei poteri spaventosamente potenti, al contrario di Reigen è privo di poteri, infatti sarà Mob a fare tutto il lavoro.

Nella seconda stagione, ambientata subito dopo le vicende della prima, viene approfondito il personaggio di Reigen, portando delle evoluzioni per tutti i personaggi.

Recensione - Mob Psycho 100 II

Personaggi

Kageyama Shigeo (Mob), protagonista dell’opera, è un ragazzo molto timido con poteri da esper spropositati che tende a chiudersi in sé stesso, non ha amici se non il suo maestro. Doppiato da Itou Setsuo.

Reigen Arataka, maestro di Mob, anche se non abbia alcun potere, si prende tutti i meriti delle gesta di Mob e si caccia spesso nei guai; Nonostante questo vuole molto bene a Mob. Doppiato da Sakurai Takahiro.

Ekubo, uno spirito, esorcizzato precedentemente nella prima stagione, che arresosi al potere di Mob, decide di seguirlo nella sua vita, non mancheranno momenti dove lo aiuterà, anche solo per avere la possibilità di vendicarsi dell’esorcismo che gli è stato fatto. Doppiato da Ootsuka Akio.

Recensione - Mob Psycho 100 II

Perchè guardarlo

La prima stagione dell’opera mi aveva stupito, più che altro perché aveva dimostrato molto potenziale per un’eventuale seguito, ma in sé per sé non mi aveva entusiasmato così tanto; ma è stata la seconda stagione quella che ha mantenuto le mie aspettative, portando un’opera unica nel suo genere.

L’opera eccelle su molti punti di vista, puntando questa volta sulla trama e non solo sulla componente comica che ne faceva da padrona nella prima stagione.

La trama è sicuramente il punto più discusso dell’anime, dato che ha portato nuovi personaggi, nuovi intrecci, un approfondimento del passato di Reigen e soprattutto un’evoluzione degna di nota del personaggio di Mob, che piano piano sta sviluppando una personalità propria.

La trama segue sempre lo stesso schema, una o due puntate dedicate ad un certo evento, come un nuovo cattivo, per esempio, per poi spostarsi su altri eventi, con un’ottima alternanza fra momenti di puro combattimento, o momenti che puntano sull’approfondimento dei personaggi: infatti ho apprezzato molto questa particolarità, riuscendo a far provare allo spettatore diverse emozioni anche a distanza di solo un episodio.

Recensione - Mob Psycho 100 II

In questa seconda stagione è sicuramente Reigen a farne da padrone, dato che viene approfondito non solo il suo background ed il suo personaggio in generale, ma anche il suo rapporto Maestro-allievo con Mob, di conseguenza anche Mob ottiene molte attenzioni, riuscendo verso metà stagione a cominciare a definire la sua psicologia ed il suo carattere.

I personaggi sono sicuramente ben definiti, purtroppo sono solo Mob e Reigen gli unici ad aver avuto un loro spazio nell’opera per poter essere approfonditi in particolar modo; ovviamente non mancano delle new entry fra buoni e cattivi, ma anch’essi poco definiti e ritenuti “marginali” al fine dell’opera.

Un difetto della prima stagione era sicuramente il potere di Mob, ritenuto giustamente troppo forte, ma qui si possono vedere delle sfaccettature uniche dei suoi poteri una volta raggiunto il suo limite, perfezionando quello che sarebbe stato altrimenti un grande difetto.

Recensione - Mob Psycho 100 II

Le animazioni sono, come c’era da aspettarselo dallo studio Bones: eccezionali sotto tutti i punti di vista, non ho molto da dire a riguardo; molti si sono però lamentati ingiustamente dei disegni nel complesso, dovuto al fatto di alcuni disegni ed animazioni innaturali o al limite del ridicolo, a parer mio questa è una critica insensata, sia perché, dal punto di vista tecnico, bisognerebbe vedere anche la fluidità dei disegni per esempio, insieme a molte altre cose ovviamente, il resto ovviamente è soggettivo, il carattere dei disegni può piacere come può non piacere.

Ad ogni modo, a parer mio, i disegni si amalgamano bene allo stile psichedelico dell’opera, basti vedere il video dell’opening per capire di cosa sto parlando; comunque, chiudendo la componente tecnica, non vi è molto da aggiungere, disegni ottimi.

Le musiche invece sono incalzanti come sempre, sia le OST in generale, che l’opening stessa “99.9” dei MOB CHOIR, quasi ai livelli dell’opening della prima stagione, se non forse alla pari, riuscendo a coinvolgere lo spettatore soprattutto nelle scene più movimentate.

I combattimenti della prima stagione li ho trovati “poco memorabili” ma qui abbiamo dei combattimenti al limite dell’assurdo, sopratutto una volta che viene cominciata ad evidenziare la psicologia di Mob; di conseguenza i combattimenti diventeranno molto più coinvolgenti, senza contare che il tutto viene accompagnato da ottime animazioni e musiche.

Mob Psycho 100 II è un anime che, a mia grande sorpresa, è riuscito tranquillamente a farsi valere, migliorando quegli aspetti che andavano perfezionati nella prima stagione.

Recensione - Mob Psycho 100 II

Mob Psycho 100 II

8.4

TRAMA

9.0/10

DISEGNI

8.5/10

MUSICHE

8.0/10

CARATTERIZZAZIONE PERSONAGGI

8.0/10

Pro

  • Ottimi combattimenti
  • Evoluzioni del personaggio di Mob
  • Animazioni spettacolari
  • Storia coinvolgente ed esplicativa

Contro

  • Alcuni personaggi rimangono "marginali"